Psicomotricità

Corso di Psicomotricità relazionale

Psicomotricità

Il corso si basa sull’apprendimento esperienziale, la parte teorica diventa immediatamente esperienza, per cui l’allievo acquisisce contemporaneamente le conoscenze teoriche e pratiche della Psicomotricità.

Il corso fornisce le competenze per l'attuazione di interventi psicomotori con bambini, adolescenti, adulti e anziani nell'ambito del quadro legislativo fissato dalla legge n.4 del 2013 per le professioni intellettuali.

Il corso è aperto anche a tutti coloro che sono impegnati in attività che rientrano nell’ambito delle relazioni di aiuto: psicologi, arte terapeuti, counselor, neuropsichiatri, pediatri, geriatri, tecnici della riabilitazione, logopedisti, pedagogisti, educatori ed infermieri professionali, insegnanti di asilo nido, scuola materna ed elementare, insegnanti di educazione fisica, che desiderano arricchire la loro professionalità con una formazione che fornisce strumenti per comprendere e leggere la comunicazione corporea per efficaci interventi di aiuto.

Obiettivi: il corso ha l'obiettivo di formare Psicomotricisti professionali in linea con le disposizioni in materia di professioni non organizzate (Legge 14 gennaio 2013, n. 4).

 

Durata e Frequenza:

Il corso di formazione ha una durata triennale. 

La frequenza è di un week-end al mese

L'orario: sabato : 9.30. - 18.00

             Domenica: 9.30 - 18.00

La sede: Salerno

Requisiti per l’ammissione: Il corso è indirizzato a tutti coloro che sono in possesso di una laurea triennale  o di un titolo di Scuola Media Superiore ma con esperienze lavorative o di volontariato nell'ambito della relazione di aiuto.

Sbocchi professionali: la psicomotricità relazionale trova il suo spazio nell’ambito dell’età evolutiva come strumento per verificare la complessità dello sviluppo del bambino e la relazione del corpo con il mondo esterno attraverso il gioco spontaneo e/o strutturato, ma anche nell’ambito dell’adolescenza dove il soggetto può confrontarsi con le proprie debolezze, inquietudini e difficoltà, in una cornice di accettazione incondizionata e non giudicante. Si colloca nell'ambito della relazione di aiuto con adulti con problemi relazionali e con disturbi pscichi o di dipendenze (comunità, case famiglia, cliniche, strutture saniatrie residenziali).  La disciplina psicomotoria-relazionale mira a rivalutare nell’anziano (soprattutto quello istituzionalizzato) la riscoperta dell’immagine di sé e la riattivazione di un mondo interiore di esperienze e di creatività; così come nei disturbi dell’alimentazione la stessa diventa uno strumento per il recupero dell’immagine del corpo con e attraverso il gruppo.

Il costo: 1800 euro, iva inclusa E' possibile rateizzare in rette bimestrali.

Per informazioni e per l'iscrizione: segreteria@centrosarvas.it  - 3661125930 - 0522697383

 

PROGRAMMA

 

Sviluppo cognitivo ed emotivo della persona nelle diverse fasce di età

Sviluppo emotivo e relazionale della persona in condizioni ambientali difficili e in presenza di patologie.

Esercizi di psicomotricità per ogni fascia di età

L’autismo e psicomotricità.

Il disturbo dell’apprendimento e psicomotricità

Il decadimento cognitivo e l’intervento psicomotorio

Le figure genitoriali e la loro influenza sullo sviluppo sensomotorio

Le caratteristiche psicomotorie della persona nelle diverse fasce di età.

La relazione di aiuto nelle diverse fasce di età.

I principi dell’analisi Bioenergetica

I tipi caratteriali secondo l’analisi Bioenergetica

Esercizi di Bioenergetica

Lettura ed osservazione del linguaggio del corpo

Danzamovimentoterapia

L’approccio umanistico alla persona diversificato per fasce di età.

Il gioco come espressione di sé.

Il gioco come apprendimento e conoscenza.

Psicologia e metodologie di intervento per le diverse fasce di età: bambino, adulto, anziano.

L’arte terapia: un linguaggio non verbale

Creatività e strumenti artistici come mezzi di comunicazione

La relazione di aiuto.

Tecniche di colloquio con i genitori dei bambini, con le famiglie di adulti.

Psicomotricità individuale e di gruppo

La psicomotricità: ambiti di intervento: infanzia, adulti, anziani.

Il setting, il contesto di un intervento di psicomotricità.

Psicomotricità e psicosi.

Comunicazione efficace e ascolto empatico